Corso di Formazione per addetti alla conduzione di Macchine Per Movimento Terra

Escavatori idraulici, caricatori frontali (pale) e terne
Corso di Formazione per addetti alla conduzione di macchine per movimento terra quali:
Escavatori idraulici con massa operativa maggiore di 6000 Kg, caricatori frontali (pale meccaniche) con massa operativa maggiore di 4500 Kg e terne (Art. 36, L’art. 73 comma 4 del D.Lgs. 81/2008 impone che gli incaricati dell’uso delle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari (di cui all’articolo 71, comma 7 del medesimo decreto) ricevano una formazione adeguata e specifica.
Gli escavatori idraulici, pale caricatrici frontali e terne rientrano tra le attrezzature sopra citate.

Obiettivo del corso è quindi di formare i lavoratori, permettendo alle aziende di ottemperare agli obblighi formativi suddetti, definendo un percorso di formazione che fornisce, ai lavoratori incaricati, le competenze adeguate per un uso idoneo e sicuro delle diverse tipologie di attrezzature.

Durata: 16 ore.

Destinatari: Il corso è rivolto a tutti gli addetti all’uso di Escavatori, pale caricatrici frontali e terne.

Aggiornamento della formazione: l’abilitazione deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dell’attestato di abilitazione, mediante la frequenza di un corso di aggiornamento della durata minima di 4 ore (di cui 3 ore relative agli argomenti dei moduli pratici).

Contenuti della formazione:
Modulo TEORICO (1 ora)
GIURIDICO – NORMATIVO:
– Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo;
– Responsabilità dell’operatore.

TECNICO – TEORICO (3 ore)
– Categorie di attrezzature: i vari tipi di macchine movimento terra e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli;
– Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, circuiti di comando, impianto idraulico ed impianto elettrico;

– Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e la loro funzione;
– Visibilità dell’attrezzatura e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso;
– Controlli del pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali ad inizio ciclo di lavoro;
– Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti durante l’utilizzo dell’attrezzatura (rischio di capovolgimento e stabilità statica e dinamica, contatti non intenzionali con organi in movimento, rischi dovuti alla mobilità, ecc.) ;
– Avviamento, spostamenti, azionamenti, manovre, operazioni con le principali attrezzature di lavoro;

– Precauzioni da adottare sull’organizzazione dell’area di scavo o lavoro.

Modulo PRATICO

Esercitazioni pratiche operative  (12 ore)
– Individuazione dei componenti strutturali principali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici;
– Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione, conoscenza dei pattern di comando;
– Istruzioni sull’uso delle attrezzature, dei vari componenti e della sicurezza;

– Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali delle macchine, dei dispositivi di comando e di sicurezza;
– Pianificazione delle operazioni di campo, scavo e caricamento: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso, tipologia e condizioni del fondo e del terreno, sbancamento, livellamento, scavo, scavo offset, spostamento in pendenza a vuoto ed a carico nominale;
– Operazioni di movimentazione e sollevamento carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi;

– Esercitazioni di pratiche operative; tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo;
– Gestione situazioni di emergenza;
– Predisposizione del mezzo e posizionamento degli organi di lavoro;
– Movimentazione carichi pesanti e di precisione;
– Aggancio di attrezzature speciali;
– Esecuzione di manovre di scavo e riempimento;
– Parcheggio e rimessaggio (ricovero) delle attrezzature in area idonea;
– Precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato;
– Salita sul carrellone di trasporto;
– Individuazione dei punti di aggancio per il sollevamento;
– Messa a riposo e trasporto degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne;
– Procedure per il rimessaggio di accessori, stabilizzatori, etc…

PER SAPERNE DI PIÙ, NON ESITARE A CONTATTARCI!

Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Casa.